Chi siamo

...Spesso accade che da un singolo gesto d'amore riesca a sbocciare e a crescere come un fiore assai raro l'idea di un progetto che con il tempo e con fatica diviene impegno reale e quotidiano. Il senso è emerso lentamente da una vocazione, ad un tempo semplice e radicale, coltivata in silenzio dall'umile cuore di Elisa Maietta, donna con una intensa forza morale, quella stessa forza che oggi è riuscita finalmente ad incarnarsi e ad esternarsi in una più alta forma di dedizione umana e professionale. A lei, mamma del direttore della struttura, va dunque il grande merito di aver creduto tenacemente nel valore umano, in una solidarietà praticata e vissuta nel tempo, fra gli uomini e nei luoghi dell'accoglienza dove alla preghiera segue immediata l'azione.

Villa Elisa è tutto ciò. Essa non è solo la realizzazione di un desiderio speciale ma anche il riflesso costante di una profonda e antica aspirazione, la traccia presente di un'anima generosa che ha lasciato dopo di sè una eredità silenziosa ma inestimabile.

Alla natura di tutto questo appartiene anche la storia di Villa Elisa, nata negli anni 90 a San Giorgio del Sannio, dapprima come una piccola villa in campagna. Il progetto si è trasformato, poi, in un'idea più impegnativa in un palazzo storico dell'800 in cui per tanti anni ci si è concentrati nell'accoglienza delle persone più deboli e più bisognose di attenzioni. Adesso continua la propria opera ad Apice, in questa struttura, recuperata appieno dopo anni di inattività, ampliata e resa più accogliente per ogni esigenza, grazie anche alla volontà dell'amministrazione comunale e delle autorità che ne hanno fortemente voluto e motivato l'impegno.